Che cosa sarebbe il paesaggio senza le greggi di pecore? E che cosa sarebbe l'universo caseario senza i pecorini? L'allarme nasce dalla consapevolezza che il pastoralismo è in crisi, non solo in Italia. Cala il numero degli animali, sempre meno pastori mungono, la lana delle razze non specializzate è considerata un rifiuto e diminuisce il consumo di agnelli. Il mondo ovino vive dunque un lento, tragico declino. Che si può fare? Ne parliamo con vari protagonisti della filiera, degustando alcuni pecorini d'eccellenza. Al termine, degustazione

Modera Piero Sardo, presidente dellaFondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

Intervengono:
Alessandra Guigoni, Università di Siena e Università di Cagliari
Nunzio Marcelli, allevatore
Francesco Sabatini, linguista, filologo,lessicologo Traduzione ininglese e francese
Stelios Kouzeleas, ricercatore presso Università di Thessaly, Grecia

Traduzione simultanea italiano, inglese e francese

Silvia De Paulis direttrice del Parco del Gran Sasso e Monti della Laga